La scarpa e il piede nei bambini – CLINICA DEL PIEDE

Chiunque abbia avuto figli o abbia osservato dei bimbi piccoli nel passeggino al parco, avrà sicuramente notato il pessimo rapporto che il bimbo ha con scarpe e calze. Il più delle volte il bimbo tende a sfilarsi le scarpe e lanciarle il più lontano possibile. Forse che la memoria ancestrale ci sta ricordando che questo voler scalzare a tutti i costi qualcosa e poco naturale?

Il piede è il contatto più diretto tra il sistema nervoso e la periferia, esso si sviluppa bene e sviluppa i suoi sensi quando è libero e nudo.

 Le scarpe dovrebbero rispettare il più possibile la naturalezza del piede, non devono essere rigide o compressive perché in questo modo possono dare deformità e debolezza e perdita di mobilità.

Le scarpe per bambini dovrebbero assomigliare il più possibile al piede nudo, essere basse, leggere e flessibili. Se osserviamo le scarpe sul mercato vantano tutte il fatto di essere rigide e correttive dell’arco plantare, e altre amenità simili, cioè si presentano come salvatrici di cose che non esistono!

Quindi si mettono ai piedi dei bambini delle “cose” che ne inibiscono il vero sviluppo. Il tentativo di correggere o prevenire dei difetti o quella che può sembrare una deviazione dalla norma è in realtà un impedimento su una crescita sana e funzionale.

 La maggior parte delle scarpe per bambini interferiscono con la libera crescita del piede, lo sviluppo sensoriale e motorio.  Il bambino andrebbe stimolato a camminare il più possibile a piedi nudi.

Questo aiuta a rinforzare i tessuti e aumentare il cuscinetto grasso sotto tallone metatarsi, adattarsi a terreni differenti e instabili.

Caratteristiche principali delle scarpe per bambini:

  • comode
  • flessibili
  • leggere
  • basse e senza supporto o correzioni

La scarpa ideale ha la forma del piede, è leggera, torsionabile, permette il movimento delle dita del piede, anche se il consiglio è quello di non perdere nessuna occasione per camminare scalzi a casa, mare e montagna.

Questa guida è stata ideata per aiutare i genitori e i loro figli a scegliere le scarpe giuste e ad aggiornare le loro conoscenze sulla salute del piede del bambino. Contrariamente a quanto vogliono le politiche di marketing, di cui è sempre bene diffidare, la scarpa ideale segue il modello minimalista e non ha un prezzo eccessivo. E’ consigliato lasciare il bambino scalzo il più a lungo possibile, a qualsiasi età. Questo faciliterà il suo sviluppo motorio! Quando le scarpe sono necessarie, ballerine, infradito e alcuni modelli sportivi sono sufficienti per svolgere il loro ruolo protettivo senza ostacolare troppo lo sviluppo ottimale del piede. Ricorda che la missione primaria di una scarpa è quella di fungere da interfaccia tra il terreno e il piede per proteggerlo da superfici fredde e ostili. Tutto il resto serve essenzialmente per adeguarsi a delle norme sociali.

Articolo di Dott. Emanuela Giordani, Fisioterapista, Istruttore di Corsa Efficiente, specializzata in Prevenzione degli infortuni del Runner e trattamento delle lesioni legate alla corsa (Scuola Canadese “THE RUNNING CLINIC” di Blaise Du Bois)

Articolo precedente
Minerali ed altri elementi
Articolo successivo
Ossa grosse e sovrappeso
Menu