I carboidrati fanno ingrassare?

Eccola qua! Una delle poche certezza che tutte le persone che si mettono a dieta hanno: “Per dimagrire devo eliminare pane e pasta”. Ma è davvero così?

La risposta è no! L’unica certezza che dobbiamo avere è che non bisogna farne abuso, ma questo vale per tutti gli alimenti.

La dieta mediterranea prevede una quantità tra il 50 e il 60% di carboidrati rispetto alle calorie totali giornaliere. Qualunque carboidrato noi ingeriamo, sia semplice come lo zucchero nel caffè, sia complesso come pane o pasta, viene digerito ed arriva all’intestino sotto forma di molecole di glucosio. Una parte del glucosio assorbito a livello intestinale arriva al fegato che lo converte in glicogeno, da utilizzare come scorta di energia, un’altra parte viene immessa direttamente nel sangue dove l’insulina fa si che venga assorbito dalle cellule del nostro organismo. Ricordiamo che, come detto in un precedente articolo, il glucosio è una fonte di energia per il nostro organismo ed è l’unica fonte di nutrimento per il nostro cervello. Se però abbiamo assunto troppi carboidrati e le cellule non hanno bisogno di altri zuccheri, il glucosio viene trasformato in grasso che si accumula nel tessuto adiposo.

COSA SUCCEDE QUANDO ELIMINO I CARBOIDRATI DALLA MIA ALIMENTAZIONE PER QUALCHE GIORNO?

E’ esperienza comune che se per qualche giorno si eliminano pane e pasta dalla dieta si perde un po’ di peso ma appena li introduciamo di nuovo si riprende peso. Questo succede perché il nostro organismo nell’immediato attinge energia dal glicogeno epatico e muscolare al quale si lega anche parecchia acqua, quindi perdo il peso del glicogeno e dell’acqua consumati. Appena introduco nuovamente i carboidrati, le riserve di glicogeno vengono ripristinate con gli interessi perché fegato e muscolo, dopo la privazione, sono più ricettivi. Quindi la variazione di peso non dipende dalla perdita di grasso!

E’ VERO CHE I CARBOIDRATI SONO CAUSA DI RITENZIONE IDRICA?

Come detto prima, al glicogeno è legata dell’acqua che perdo quando lo utilizzo. Di conseguenza si ha un aumento della diuresi. Inoltre, riducendo drasticamente i carboidrati tenderò a mangiare più proteine che quando vengono utilizzate dal nostro corpo come fonte di energia, producono scorie che devono essere eliminate attraverso i reni con l’urina. Ci sembra di osservare che se togliamo i carboidrati facciamo più pipì e se li mangiamo ne facciamo meno, ma in realtà stiamo solo giocando con la fisiologia del nostro organismo non stiamo né perdendo massa grassa né riducendo la ritenzione idrica del nostro organismo.

LA PANCIA GONFIA QUANDO MANGIO I CARBOIDRATI!

Il nostro organismo spesso ci manda dei segnali per informarci che quel che stiamo facendo non va bene, se lo ascoltassimo potremmo “correggere il tiro”. Se abbiamo la sensazione che anche piccole quantità di carboidrati ci facciano sentire gonfi ed è un periodo in cui ne abbiamo mangiati molti, il nostro corpo ci manda un segnale di saturazione e ci chiede di mangiarne un po’ meno. Al contrario, dopo un periodo in cui abbiamo limitato drasticamente l’assunzione di carboidrati, in nostro organismo ha ridotto la quantità di enzimi in grado di digerirli quindi quando li mangiamo non siamo in grado di digerirli e ci sentiamo gonfi. In questo caso basta aspettare un paio di settimane in modo che vengano ripristinati gli enzimi digestivi per i carboidrati e tutto ritornerà come prima.

In conclusione possiamo dire che i carboidrati fanno ingrassare se assunti in dose eccessiva.

COSA FARE PER NON INGRASSARE CON I CARBOIDRATI?

A questo risponderemo nel prossimo appuntamento con PILLOLE DI PAPPA.

Il nostro video 

Un ringraziamento per questo articolo alla Dott.ssa Manuela Meloni Biologa Nutrizionista.

Se volete approfondire l’argomento, contattateci al 3472473475.

Articolo precedente
Il piede piatto
Articolo successivo
Il mal di schiena
Menu