I lipidi

I lipidi, detti anche grassi, sono un gruppo molto vasto e variegato di composti organici presenti sia nelle cellule animali sia vegetali. Una delle principali caratteristiche dei grassi è che non si possono sciogliere in acqua. A seconda della loro composizione possono essere semplici o complessi. I lipidi complessi hanno principalmente funzione strutturale o di trasporto di altre molecole e sono meno abbondanti in natura. I più abbondanti in natura sono i lipidi semplici che possono avere funzioni regolatrici e di riserva di energia, come gli acidi grassi, alcune vitamine e gli ormoni.

Concentriamo ora la nostra attenzione sugli acidi grassi, che sono i grassi più semplici e soprattutto più comuni nella nostra alimentazione.

 

COSA PREVEDE UNA DIETA EQUILIBRATA PER IL NOSTRO FABBISOGNO LIPIDICO?

Una dieta equilibrata prevede un introito di grassi, nell’adulto, intorno al 25% rispetto alle calorie totali giornaliere. Questa indicazione, applicata in regime alimentare normocalorico, è fondamentale per la tutela della salute. Più complesse ad articolate sono invece le raccomandazioni che riguardano la qualità dei lipidi da assumere e i rapporti tra acidi grassi saturi ed insaturi.

QUALI LE PROPORZIONI TRA I VARI GRASSI?

In linea generale, possiamo dire che l’apporto di grassi saturi non dovrebbe supere il 10-12% delle calorie totali del regime alimentare tenendo però presente che se ci riferiamo ai monoinsaturi trans, che sono quelli presenti nei cibi industriali, non devono superare i 5 grammi al giorno. Per quanto riguarda i grassi insaturi invece la percentuale di riferimento è inferiore al 10% delle calorie giornaliere totali. Questo perché i grassi insaturi sono più delicati e si ossidano facilmente producendo derivati potenzialmente tossici che favoriscono i processi di eterosclerosi ed invecchiamento. La vitamina E e la B6 sono in grado di ridurre questo fenomeno ossidativo dei grassi poli-insaturi.

ANCHE IL COLESTEROLO FA PARTE DEI LIPIDI ed è un componente fondamentale delle cellule del nostro organismo, è il precursore di molti ormoni, della vitamina D e degli acidi biliari per la digestione e l’assorbimento di grassi e di alcune vitamine. Il colesterolo, non solo è introdotto nel nostro organismo con l’alimentazione ma esiste anche un processo di produzione del nostro organismo che può essere eccessivamente stimolato da una dieta ricca di grassi.

COSA PREVEDE UNA DIETA EQUILIBRATA?

La quantità di colesterolo, in un soggetto che non presenti alterazioni della colesterolemia (concentrazione di colesterolo nel sangue) non deve superare i 300 milligrammi al giorno.

MA ALLORA I GRASSI FANNO BENE O FANNO MALE?

Sicuramente possiamo affermare che i grassi hanno un ruolo chiave per la salute umana, ciò che conta è la fonte dell’alimento che contiene i grassi e non il nutriente singolo. Anche in questo caso la qualità viene prima della quantità.

 

Un ringraziamento per questo articolo alla Dott.ssa Manuela Meloni Biologa Nutrizionista.

Se volete approfondire l’argomento, contattateci al 3472473475.

 

Il nostro video: https://youtu.be/AVwpGeuo64c

 

 

 

 

 

 

 

Articolo precedente
Sappiamo davvero usare il piede? Il barefoot
Articolo successivo
LE ALLERGIE STAGIONALI
Menu