La riabilitazione propriocettiva

La propriocezione è uno dei fondamenti attraverso i quali si sviluppa il corpo umano; è proprio attraverso la percezione dei sensi periferici a livello Centrale che il cervello è in grado di crescere e di sviluppare le sue abilità migliori. Abbiamo dei sistemi differenti per fare questo, come il sistema visivo, il sistema vestibolare e il sistema sensoriale propriocettivo.

A livello delle mani e anche dei piedi abbiamo dei meccanocettori tattili i quali sono in grado di riconoscere le superfici, il calore, il dolore, la temperatura e quindi la consistenza, la vibrazione, lo stiramento per dare informazioni in tempo rapidissimo al cervello. In seguito ai traumi, normalmente accade che ci sia un’interruzione dei nostri meccanocettori in azione rende quindi necessario nel modo più assoluto ripristinare la loro funzione. I meccanocettori sono diffusi normalmente dentro la capsula articolare, nel periostio. Dopo un trauma prolungato, accade che si riduca la sensibilità di questi corpuscoli e di conseguenza bisogna ripristinarla in qualche modo.

Quali sono i primi passi per ripristinare correttamente una propriocezione? Fondamentalmente il primissimo step è quello di usare il piede, quindi il piede nudo appoggiato sul terreno, se possibile fare anche dei percorsi sensoriali, vale a dire un cambio di superficie, in molte palestre nei centri di riabilitazione esistono questi percorsi composti da sassi di varia grandezza che danno quindi stimolazione di intensità differente, si può comincia a fare appoggiare il piede prima nudo con gli occhi aperti, poi con gli occhi chiusi in una forma statica in equilibrio monopodalico (quindi su un piede solo) che riguarda magari l’arto da recuperare, successivamente si può iniziare a usare il cuscinetto  per iniziare a fare dei lavoretti di instabilità, attaccati alla spalliera sempre in monopodalica, oppure inizialmente bipodalica e subito dopo il monopodalico. A seguire si possono perfezionare questi esercizi facendo le varie tavolette propriocettive. Esistono diversi tipi di tavolette quindi più o meno instabili adatte alla caviglia, più specifiche per una riabilitazione di ginocchio, con basi più ampie o con basi più strette a seconda di quello che può servire, oppure particolari dedicate alla riabilitazione esclusivamente di una parte del piede. Quindi la combinazione di tutti questi strumenti fa sì che si recuperi tutta la propriocezione e talvolta si migliora addirittura rispetto a quella pre incidente e quindi questo è un ottimo risultato. La propriocezione andrebbe sempre fatta come parte integrante di ogni allenamento sportivo dal judo alla corsa, alla pallavolo, ecc.

 

 

Pedana di Equilibrio in Legno per lallenamento dellequilibrio Migliora la Forza e Le Abilità del Core per Wakeboarding NALANDA Balance Board Surf e Skateboarding publichealth.ptu.ac.thTavoletta propriocettiva unidirezionale 40x20 - Tavolette propriocettive -  Prodotti per la propriocezioneFisioterapia: Semisfera propriocettiva Medusa o Semisfera Balance

Articolo precedente
Le vitamine
Articolo successivo
Minerali ed altri elementi
Menu