Le contratture muscolari

Cosa sono le contratture? Perché si formano? Come possono essere curate? Come possono essere prevenute?

Le contratture muscolari sono una contrazione involontaria insistente di una parte più o meno estesa di uno o più fasci muscolari. Il muscolo colpito si mostra rigido, doloro alla contrazione e alla palpazione. Tale rigidità è apprezzabile al tatto.

Cos’è che causa esattamente la contrattura muscolare?

La contrattura muscolare parziale o completa di un muscolo è data dal fatto che alcune fasce muscolari, alcune fibre, le miofibrille, non si contraggono in sincrono e non sono più in grado poi di decontrarsi contemporaneamente al resto del muscolo e sfociano in una contrattura di tipo permanente.Come si possono prevenire le contratture?

Poiché stiamo parlando di contratture muscolari, al muscolo piace molto il caldo umido per cui nelle contratture di minore entità, l’appoggio di una borsa dell’acqua calda o una doccia calda, molto spesso sono sufficienti a gestire il problema. Se la contrattura non dovesse passare per più giorni, si è in presenza di una contrattura cosiddetta tetanica, di non facile risoluzione. A questo punto è il caso di interpellare il fisioterapista, anche perché molto spesso accade di confondere delle contratture muscolari con dei micro strappi o degli stiramenti, quindi serve una diagnosi differenziale che solo il fisioterapista è in grado di fare.

La maggior parte delle contratture si risolve spontaneamente, tuttavia, ve ne sono alcune di più difficile risoluzione.

Il fisioterapista provvederà, invece, con massaggi, manipolazioni fasciali, con tecarterapia, terapia elettroneurofeedback, e là dove necessita con rieducazione posturale per evitare la recidiva.

Le tecniche manuali più diffuse sono le seguenti:

  • Massaggio;
  • Mobilizzazione e manipolazione articolare;
  • Tecniche di mobilizzazione fasciale con l’utilizzo di strumenti come gli IASTM o la cupping therapy

Gli esercizi consigliati possono essere diversi come l’allungamento muscolare, il rilascio dopo la contrazione isometrica, o la contrazione del gruppo muscolare opposto.

Per prevenire le contratture sarebbe opportuno evitare comportamenti a rischio, come i movimenti poco ergonomici, il sovrappeso e uno stile di vita sedentario.

Logicamente, parallelamente a un corretto stile di vita, segue un controllo periodico dal proprio fisioterapista di fiducia che possa aiutarti ad essere consapevole della tua condizione e allo stesso tempo a trattare eventuali disfunzioni che nel tempo possono essere fonte di dolore.

Le contratture si possono prevenire semplicemente facendo dello stretching e facendo degli allungamenti, precedendo tutti i gesti sportivi, fosse anche la passeggiata domenicale in bicicletta.

Da Fisioterapia Italia (https://www.fisioterapiaitalia.com/patologie/dorsale/contratture-muscolari/)

 

Articolo precedente
L’allenamento terapeutico
Articolo successivo
Il neuroma di Morton
Menu