Tallone verso avampiede

Poiché nella corsa noi scarichiamo una grande energia cinetica sugli arti inferiori, avviene che ad ogni atterraggio scarichiamo 2,5 /3 volte il nostro peso corporeo! Ad esempio, una persona di 80 kg avrà questo valore:

 80 x 2,5 = 200kg.  Se moltiplichiamo questi kg per 500 passi otterremo 100.000 kg di peso scaricato, va da sé che è un carico davvero importante, soprattutto se viene ripartito sulle articolazioni della caviglia, del ginocchio, dell’anca, e sulla schiena stessa. 

Nella corsa di avampiede invece, aumenta notevolmente la fase di volo, ovvero il tempo che uno trascorre nei passaggi tra una gamba e l’altra, riducendo di molto i carichi. 

La foto è un esempio chiaro.

Il passaggio da un tipo di corsa ad un altro è un processo che va appreso e allenato, poiché deve rendere più forti ed efficienti le strutture tendinee che rispondono all’effetto molla del piede!

In Runningclinic gli istruttori e i fisioterapisti fanno esattamente questo, insegnano il modo più efficiente per correre senza infortunarsi!

Articolo precedente
Schema motorio della camminata VS schema motorio corsa
Articolo successivo
E.N.F. ELETTRO-NEURO-FEEDBACK
Menu